PIL: Uvet Travel Index stima chiusura + 0,93% nel 2016

L’indice stima inoltre che la crescita economica nel 4° trimestre del 2016 sia stata del + 0,22% rispetto al precedente trimestre.

Milano, 20 gennaio 2017 – Nel 2016, il Prodotto interno lordo dell’Italia è cresciuto dello 0,93%, stima dell’Uvet Travel Index, l’indice ideato dal gruppo Uvet, polo distributivo del turismo con un giro d’affari di 2,4 miliardi di euro, curato per la parte scientifica da The European House – Ambrosetti.

L’Uvet Travel Index è calcolato sulla base di un modello statistico-econometrico multivariato che stima l’andamento dell’economia italiana a partire da dati relativi alle dinamiche dei viaggi d’affari, raccolte in un database di svariati milioni di informazioni censite dal primo gennaio 2006 fino ad oggi. L’indice fornisce indicazioni in tempo reale sul ciclo economico nazionale e in anticipo – anche di alcune settimane –  rispetto ai dati ufficiali ISTAT.

Le elaborazioni statistico-econometriche sono effettuate sulla base dei dati relativi ai viaggi effettuati da aziende e professionisti su un campione di 700 imprese rappresentative dell’economia italiana.

Presentato per la prima volta nel 2012 l’Uvet Travel Index ha nel tempo acquisito notorietà e diffusione non solo tra gli addetti al settore, ma anche nel mondo dei media economici e rappresenta un indicatore affidabile in termini di prospettive per l’economia italiana.

Per la sua particolare costruzione, l’indice tende a migliorare nel tempo con l’ampliarsi della serie storica delle analisi e dei dati disponibili. Le recenti pubblicazioni hanno infatti confermato i livelli elevati di affidabilità raggiunti: nel 94% dei casi l’Uvet Travel Index è in grado di prevedere correttamente, entro certi intervalli di confidenza, la dinamica dell’economia italiana.

Sulla base dei dati consuntivi di fine anno emerge inoltre che per il 4° trimestre del 2016 l’UVET Travel Index stima una crescita economica dello 0,22%, in linea con quanto stimato per il terzo trimestre. Ciò rappresenta una continuazione della moderata crescita registrata tra luglio e settembre, ma senza l’accelerazione di cui il Paese avrebbe bisogno.

Dal “picco” più basso, registrato nel secondo trimestre del 2014, l’UVET Travel Index ha segnato una lenta e graduale risalita, in linea con il PIL, anticipando i dati sulla crescita economica italiana, seppure contenuta, che poi si è realizzata fino ad oggi.

graficoUTI

 

Allegati